casa-vicens

Casa Vicens

Casa Vicens è stata la prima opera privata di Gaudí, dopo la laurea e la realizzazione di numerosi lavori pubblici come assistente architetto. La casa è stata commissionata dal suo amico Manuel Vicens i Muntaner, un agente di cambio.

All’inizio era una piccola casa estiva, situata nel centro storico di Gràcia. Anni dopo, la casa fu venduta a un medico di Barcellona e divenne una residenza permanente. Negli anni ’20, i proprietari chiesero a Gaudí di ingrandire la casa. L’architetto non l’ha fatto, ma ha indicato uno studente per svolgere il servizio. Di conseguenza, la parte settentrionale è un ampliamento retrospettivo.

La casa attira l’attenzione per il colore delle sue piastrelle e per le sue forme arabe, che ricordano le case del Marocco. Su alcune piastrelle sono stampati dei garofani gialli, un fiore che Gaudí ha trovato nel pavimento quando è andato a prendere le misure.

La recinzione protettiva della casa è un altro elemento decorativo che attira l’attenzione del visitatore. Secondo loro, il terreno aveva una palma le cui foglie hanno ispirato il disegno della recinzione in ferro battuto.

L’interno è decorato con elementi della natura: fiori, foglie e animali. Gaudí ha usato elementi della natura come decorazione non solo in questa casa ma in tutte le sue opere.

La sala principale ha il soffitto decorato con rami d’ulivo, i lati delle porte con gli uccelli, le pareti con le viti e i balconi con palme e garofani.

Non posso far risaltare la bellezza dei mobili della sala principale. Sono stati realizzati su ordinazione e sono decorati con 34 dipinti raffiguranti paesaggi marini, interni domestici e scene di vita quotidiana, opera di Francesc Torrescassana i Sallarés.

Storia

La casa fu commissionata dal proprietario catalano di una fabbrica di piastrelle e mattoni, Manuel Vicens i Montaner. Ha ereditato la casa da sua madre. Gaudì lo incontrò nell’Allela catalana, dove parlarono molto mentre camminavano. Questa fu la prima commissione che Gaudi ricevette dopo la laurea. Ha avuto luogo nel 1877, la costruzione della casa in realtà iniziò solo nel 1883 e fu terminata due anni dopo.

Dopo la morte del primo proprietario, la casa ha subito cambiamenti radicali, il nuovo proprietario l’ha trasformata da una casa estiva in una residenza per tutto l’anno e non è sorprendente – sarebbe un peccato che un tale capolavoro architettonico rimanga vuoto per la maggior parte dell’anno. La casa era privata per tutto il tempo e non si poteva entrare. Nel 2014, il suo proprietario è diventato la banca MoraBanc, che ha commissionato un restauro totale di Casa Vicens e l’ha aperta al pubblico.

Video

Un’altra parte affascinante della casa è la sala fumatori. Un luogo caldo, riccamente decorato con cartapesta, che ricrea un’atmosfera da mille e una notte.

Le pareti delle camere sono decorate con impressionanti graffiti.

La visita è veloce. Non c’è l’audioguida, ma la casa offre una visita guidata.

Casa Vicens è stata inclusa nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. La casa è stata restaurata con grande attenzione ai dettagli ed è in condizioni davvero fantastiche. La casa è stata in qualche modo chiusa dagli altri edifici che la circondano e soffre di una mancanza di luce solare. Il giardino che originariamente apparteneva al lotto si è trasformato in un piccolo patio man mano che la città è cresciuta.

Come arrivare a Casa Vicens?

Prezzo del biglietto: 16 € (19 dollari). Bambini sotto gli 11 anni (gratis)

Orari: giovedì dalle 15 alle 20. Ultimo ingresso alle 18.40. Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 20. Ultimo ingresso alle 18.40.

Indirizzo: Calle de les Carolines, 20-26 08012 Barcelona
Autobus: linee 22, 24, 27, 87, 114, H6, V17, D40, N4
Metro L3: Fontana o Lesseps

https://casavicens.org/it

https://goo.gl/maps/TrDB3yPdyhhCC3b8A

0 Condivisioni
2020-05-15